Seguici:icona facebook icona twitter icona instagram icona linkedin

Ultima modifica il 14 Aprile 2016

Comunicato della consigliera Francesca Pietroforte sull'ipotesi di trasferimento di opere al Castello Svevo di Bari

Il consigliere delegato ai Beni culturali, Francesca Pietroforte:

"Stiamo studiando un progetto di allestimento che dia la giusta visibilità a sculture e dipinti di straordinario valore"

L’ipotesi di trasferire alcune opere della Pinacoteca metropolitana nelle sale del Castello Svevo, interessate attualmente da lavori restauro, nasce dalla volontà di valorizzare un patrimonio poco conosciuto perché, in mancanza di spazio, è custodito da anni nei depositi del palazzo dell’ex Provincia. Al momento con la Direttrice, Clara Gelao, si sta studiando un progetto di allestimento in questi nuovi luoghi che dia la giusta visibilità a sculture e dipinti di straordinario valore sinora raramente esposti che potrebbero essere selezionati tra il patrimonio di opere del Novecento”.

Così Francesca Pietroforte, consigliere metropolitano delegato ai Beni culturali, commenta l’idea di trasferire una parte della Pinacoteca all’interno del Castello normanno - svevo. “Dal sopralluogo di ieri, effettuato insieme al sindaco Decaro, è emersa la precisa volontà di dare valore a un patrimonio inestimabile. Il Castello Svevo, così come il Palazzo della Città metropolitana dove ha sede la Pinacoteca ed il Museo archeologico di Santa Scolastica, sono luoghi fortemente identitari della città di Bari e, come tali, di forte richiamo turistico. Tali luoghi di interesse vanno collegati tra loro in un progetto complessivo con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’offerta culturale sul territorio ed attirare nuovi visitatori”.

Bari, 14 aprile 2016

I cookie sono piccoli file di testo scaricati sul tuo computer ogni volta che visiti un sito web. Sono utilizzati per migliorare l'esperienza di navigazione e per alcune funzionalità di questo sito web.
Cliccando sul tasto ok accetti di utilizzare i nostri cookie