Seguici su:icona facebook icona twitter

Ultima modifica il 03 Ottobre 2018

Clara Gelao va in pensione: il saluto della Pinacoteca

clara gelao

Il 1° ottobre scorso Clara Gelao, storica direttrice della Pinacoteca Metropolitana “Corrado Giaquinto”, ha lasciato l’incarico per raggiunti limiti di età. Storica dell’arte di prestigio internazionale, la Gelao entrò nella Pinacoteca Provinciale (come si chiamava fino al 2014) di Bari nel 1978, con una borsa di studio in Museologia; vi ha ricoperto poi il ruolo, dal 1982 al 1991, di Ispettrice storica dell’arte. Nel 1991 ha vinto il concorso di Direttore della Pinacoteca Provinciale, dove ha operato fino al settembre scorso organizzando mostre, conferenze, convegni e promuovendo il restauro delle opere d’arte ivi conservate. È autrice di numerose pubblicazioni prevalentemente incentrate sulla storia dell’arte in Puglia dal XV al XVIII secolo, con particolare riferimento alla scultura pugliese e lucana del Rinascimento. Ricordiamo tra i suoi volumi Stefano da Putignano nella scultura pugliese del Rinascimento (1990), Puglia Rinascimentale (2005) e Andrea Mantegna scultore (2013). Importante è stato il suo ruolo di curatrice di mostre allestite in Pinacoteca, dalla memorabile Confraternite, arte e devozione in Puglia dal Quattrocento al Settecento (1994) a Il filo di Marianna (2003), da Mediterranea (2005) fino a Franco Dellerba. Percorsi (2018), l’ultima di una lunga serie.

Il personale della Pinacoteca saluta l’emerita Direttrice, ringraziandola per i felici anni trascorsi assieme e augurandole ulteriori e sempre più prestigiosi traguardi scientifici nella sua infaticabile opera di ricerca storico-artistica. Ad maiora!

I cookie sono piccoli file di testo scaricati sul tuo computer ogni volta che visiti un sito web. Sono utilizzati per migliorare l'esperienza di navigazione e per alcune funzionalità di questo sito web.
Cliccando sul tasto ok accetti di utilizzare i nostri cookie