Seguici su:icona facebook icona twitter

Presso la sede è possibile acquistare cataloghi, pubblicazioni, cartoline, cd-rom, manifesti e locandine.
Dai un'occhiata allo scaffale web oppure consulta l' elenco completo delle pubblicazioni

Cataloghi di mostre, libri vari, locandine, poster, cd e cartoline si riferiscono a iniziative realizzate dalla Pinacoteca nel corso della sua storia. Se vuoi conoscere l’elenco delle mostre svolte in Pinacoteca dal 1964 a oggi, clicca qui.

La biblioteca d’arte “Michele D’Elia”, aperta al pubblico dal 12 febbraio 2013, è situata al 3° piano del Palazzo della Provincia; consta di un notevole patrimonio bibliografico specializzato in storia dell’arte, costituito da oltre diecimila volumi e da circa tremila numeri di riviste di settore, ai quali vanno aggiunti i libri e i documenti di alcune donazioni (Lanave, Cifariello, Grieco e Colella).

Sezioni

Puglia; monografie; cataloghi musei; cataloghi mostre; Italia meridionale, centrale, settentrionale; sezione generale; didattica e strumenti; arte contemporanea; arte applicata; atti; architettura e urbanistica; fotografia; scritti d’arte; critica d’arte; scritti in onore; restauro; iconografia; guide e repertori; biblioteconomia; storia; accademie; letteratura; dizionari; estratti; archivi e donazioni.

Orari

dal martedì al sabato ore 9,00 – 13,00
martedì e giovedì pomeriggio su appuntamento

Informazioni generali biblioteca, appuntamenti: tel. 0805412422 – 423 (sig.ra Erminia Acquafredda).
Fondi degli artisti, Donazione Cifariello, Donazione Grieco, Donazione Lanave: tel. 0805412427 (dr.ssa Emma Lobalsamo)

Il servizio didattico della Pinacoteca è strutturato per fornire informazioni e itinerari tematici sul patrimonio artistico del Museo e sulla storia dell’arte e dell’architettura del centro storico di Bari. Il Servizio, inoltre, collabora con gli insegnanti per concordare ulteriori itinerari tematici al fine di inserirli organicamente all’interno della programmazione scolastica per le scuole di ogni ordine e grado. Si organizzano visite guidate, all’interno e all’esterno della Pinacoteca, per scolaresche e associazioni, su appuntamento, telefonando al numero del Servizio didattico 080 54 12 422 – 423 (sig.ra Erminia Acquafredda).

Fatti salvi i diritti di autore, la Direzione della Pinacoteca può rilasciare immagini dall’archivio fotografico, permessi per fotografare, copiare dal vero e / o effettuare riprese video di opere, ambienti e oggetti della Pinacoteca. Normalmente, l’archivio fotografico della Pinacoteca fornisce direttamente, su autorizzazione, immagini di opere in luogo dell’esecuzione diretta di fotografie da parte di terzi.

Gli interessati devono rivolgere domanda scritta, anche via e-mail, alla direzione della Pinacoteca, indicando le opere e gli oggetti di cui si desiderano immagini ovvero che intendono copiare dal vero o filmare, comunicando il motivo e le finalità della richiesta.

Per la richiesta di fotografie per scopi di studio e per pubblicazioni scientifiche si dovrà indicare inoltre il titolo della rivista o della casa editrice nonché la presunta data di pubblicazione dell’articolo o del saggio. L’autore / il richiedente è tenuto a riconoscere nelle didascalie e nei crediti fotografici la concessione delle immagini della Pinacoteca. Inoltre, a pubblicazione avvenuta, l’autore / il richiedente è tenuto a depositare 2 copie di detta pubblicazione presso la biblioteca della Pinacoteca.

La richiesta di fotografie o riprese video per scopi commerciali dovrà essere autorizzata dall’Amministrazione della Provincia, sentito il parere del direttore, e prevede il pagamento di una tariffa di concessione, che varia a seconda della destinazione e dell’uso che si farà dell’immagine.

In tutti i casi per le fotografie da chiunque eseguite, la Pinacoteca ha diritto ai negativi o comunque a copia digitale di ogni riproduzione eseguita.

La Pinacoteca offre a studiosi, collezionisti e operatori nel settore, su appuntamento e nei limiti delle disponibilità di ufficio, servizi di consulenza in merito a questioni attinenti alle collezioni e alla storia dell’arte in generale.

La Carta dei servizi della Pinacoteca è un vero e proprio “patto” con gli utenti, uno strumento di comunicazione e di informazione che permette di conoscere i servizi offerti, le modalità e gli standard promessi, di verificare che gli impegni assunti siano rispettati, di esprimere le proprie valutazioni anche attraverso forme di reclamo.

Per leggere il testo della Carta, clicca qui.

I cookie sono piccoli file di testo scaricati sul tuo computer ogni volta che visiti un sito web. Sono utilizzati per migliorare l'esperienza di navigazione e per alcune funzionalità di questo sito web.
Cliccando sul tasto ok accetti di utilizzare i nostri cookie